Scuola primaria Mignano centro: il presepe vivente

La scuola primaria “F. Fuoco” di Mignano Centro ha rappresentato, nel periodo natalizio, un presepe vivente. Tale rappresentazione è stata preparata durante il periodo prefestivo nelle ore pomeridiane, essendo tale plesso a tempo prolungato. Le attività grafico-pittoriche, comunicative-espressive, motorie, hanno registrato grande partecipazione ed entusiasmo da parte di alunni ed insegnanti che hanno cooperato in sinergia conquistando armonicamente tutti gli obiettivi programmati per tali attività.

Backstage di Natale

Il presepe vivente

I pastori

Incontro con Don Luigi Migliozzi

Il giorno 28 marzo 2014, nel salone della scuola media di Mignano M. L., si è svolto un incontro tra gli alunni e il neo sacerdote Don Luigi Migliozzi a un mese dalla sua ordinazione presbiterale.

L’incontro, organizzato dalla prof.ssa Patrizia Pace, è stato un rilevante momento formativo. Il giovane sacerdote ha dato soprattutto spazio alle domande dei ragazzi riguardanti il tema della fede cattolica, soddisfacendo tutte le loro curiosità. In particolare gli alunni hanno voluto sapere della scelta vocazionale di Don Luigi.

La grande comunicabilità, l’umanità, la simpatia e la sua testimonianza hanno lasciato nei ragazzi e anche nei docenti presenti, la gioia di aver vissuto una bella esperienza formativa.

I ragazzi, al termine dell’incontro, hanno omaggiato Don Luigi di alcuni doni simbolici: una pergamena con una frase di ringraziamento e la firma di tutti gli alunni, uno omaggio floreale e un Crocifisso come segno essenziale della fede e della Quaresima che stiamo vivendo.

Non sono mancati momenti di spettacolo con i canti in tema eseguiti da tutti gli alunni diretti dal prof. Imbriglio e un video che ricordava i momenti salienti dell’Ordinazione Presbiterale di Don Luigi.

Scuola dell’infanzia “B. Calce”: galleria fotografica

“Natale in casa Cupiello” versione ridotta per i bambini della scuola dell’infanzia “B. Calce”.

Giornata  della continuità: i bambini di 5 anni della scuola dell’infanzia “B. Calce” incontrano i bambini e le maestre della scuola primaria.

Maschere tratte dal racconto “Carnevale nella foresta” i bambini della scuola dell’infanzia “B. Calce”.

Cosa sono i corsi PON?

La sigla “PON” sta ad indicare “Programmi Operativi Nazionali”.

Tali programmi sono finanziati dalla Commissione europea per favorire la parità economica e sociale di tutte le regioni dell’Unione Europea e ridurre il divario tra quelle più avanzate e quelle in ritardo di sviluppo.

I fondi investiti per tale scopo sono detti Fondi strutturali. Essi si dividono in due grosse categorie:

  • FSE (Fondo Sociale Europeo): favorisce le competenze per lo sviluppo.
  • FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale): favorisce gli ambienti di apprendimento.

Il Fondo Sociale Europeo (FSE) finanzia interventi nel campo sociale. Ha il compito di intervenire su tutto ciò che concorre a sostenere l’occupazione mediante interventi sul capitale umano: prevenire e combattere la disoccupazione, creazione di figure professionali e di formatori. I beneficiari sono soprattutto giovani, donne, adulti, disoccupati di lunga durata, occupati a rischio di espulsione dal mercato del lavoro e gruppi a rischio di esclusione sociale. Fanno parte di questa categoria i corsi attualmente in atto nella nostra scuola.

Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) finanzia gli interventi infrastrutturali nei settori della comunicazione, energia, istruzione, sanità, ricerca ed evoluzione tecnologica. Fanno parte di questa categoria i fondi erogati per l’acquisto di materiale didattico, laboratori linguistici, musicali, multimediali ecc.

I fondi strutturali sono erogati alle scuole dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca sulla base di due Programmi Operativi Nazionali ideati per sostenere l’innovazione e la qualità del sistema scolastico in quattro Regioni del Sud Italia (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, le sole appartenenti all’Obiettivo Convergenza) e colmare il divario con le altre aree territoriali del Paese e dell’Unione Europea.

Si tratta dunque di un vasto piano di sostegno finanziario allo sviluppo del sistema di istruzione e formazione delle regioni del mezzogiorno che ha obiettivi specifici di grande rilievo.

Le scuole, per accedere a tali finanziamenti, elaborano un Piano (insieme di Progetti) che viene valutato dall’Autorità di Gestione dei PON. A seguito di specifica autorizzazione ciascuna scuola avvia le procedure per la realizzazione del Piano Integrato di Istituto.

Ogni piano prevede, per la sua progettazione, attuazione e conclusione, una serie di operazioni sottoposte a rigidi controlli e un team di figure professionali selezionate secondo veri e propri bandi di concorso. Il tutto è svolto rispettando la massima trasparenza.

Le principali figure professionali coinvolte nella categoria “C1” dedicata all’insegnamento rivolto agli alunni sono le seguenti:

-          Dirigente Scolastico (DS, preside) e Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA, segretario): presentano il progetto e lo seguono in tutte le sue fasi iniziali, elaborano i bandi di selezione delle altre figure professionali, dirigono e orientano tutte le attività.

-          Facilitatore e Referente per la Valutazione: affiancano il DS e il DSGA nelle attività di coordinamento, aiutano e guidano le altre figure professionali, valutano l’efficacia degli interventi, partecipano insieme al DS e al DSGA alle riunioni del GOP (Gruppo Operativo di Piano).

-          Tutor: gestiscono la piattaforma INDIRE sulla quale va tracciato tutto il percorso del Piano (progettazione, insegnamento, certificazione ecc.), affiancano il docente durante le lezioni, registrano le anagrafiche degli alunni, le assenze ecc.

-          Esperti: sono i docenti che tengono le lezioni in classe e curano la programmazione del loro corso, detto anche “modulo”.

Iscrizioni anno scolastico 2014/2015

Per il secondo anno consecutivo le iscrizioni a tutti gli ordini di scuola, escluso quella dell’infanzia, dovranno essere presentate esclusivamente in formato elettronico dalla piattaforma predisposta dal MIUR al seguente indirizzo:

http://www.iscrizioni.istruzione.it

La piattaforma è aperta dal 27 gennaio al 28 febbraio 2014 per la procedura di registrazione e dal 3 febbraio al 28 febbraio 2014 per la compilazione del modulo di iscrizione.

Per la scuola dell’Infanzia la domanda va presentata ancora in cartaceo.

L’iscrizione non va fatta per le classi intermedie, ma solo per le classi prime.

Il primo passo consiste nel chiedere, attraverso il modulo predisposto, il codice di accesso che sarà spedito nella propria casella di posta elettronica.

Chi non disponesse dei necessari strumenti o delle necessarie competenze per effettuare tali operazioni può chiedere assistenza presso gli uffici della scuola a cui intende rivolgere la domanda oppure presso la scuola di attuale frequenza.

Per poter procedere alla presentazione della domanda è indispensabile conoscere il codice meccanografico del plesso che si intende frequentare.

I codici meccanografici delle sedi del nostro istituto sono i seguenti:

Scuola primaria:

Mignano Centro: ceee8ax04n

Mignano Scalo: ceee8ax05p

Marzano: ceee8ax01e

Presenzano: ceee8axo2g

Piccilli: ceee8ax03l

Scuola secondaria di primo grado (scuola media):

Mignano: cemm8ax01d

Marzano: cemm8ax02e

Presenzano: cemm8ax03g

Tora: cemm8ax04l

Scarica la guida alla registrazione

Scarica la guida alla presentazione della domanda

Un Natale contagioso

Chicco, è questo il nome del protagonista, è stato contagiato dalla “malattia del dare”: prova un immenso piacere nel donare tutte le cose che possiede, anche quelle più preziose. Gulto, il protagonista cattivo, cerca in tutti i modi di “guarirlo” da questa terribile malattia. Non solo questi fallisce nel suo intento ma si lascia contagiare a sua volta dalla “malattia del dare”.

Scherzando su questo tema i ragazzi della scuola media di Mignano hanno rappresentato il recital dal titolo “Un Natale contagioso”. Preparati dalle prof.sse Patrizia Pace e Lina Vitiello, hanno saputo esprimere egregiamente il loro talento, muovendosi e parlando come dei veri attori. Il prof. Lucio Imbriglio ha curato l’esecuzione dei canti con il coro “In…Canto”.

I docenti, i genitori, l’assessore dott.ssa Galardo, il sindaco dott. Verdone, soddisfatti dello spettacolo, sono stati omaggiati con piccoli dolcetti distribuiti dagli alunni, all’insegna del motto “C’è più gioia nel dare che nel ricevere”.

Natale in musica al Liceo Scientifico di Vairano

Il giorno 19 dicembre 2013 i ragazzi di terza media del nostro istituto comprensivo hanno accolto l’invito della dirigente del Liceo Scientifico di Vairano, prof.ssa Erminia Cortellessa, a partecipare alla seconda edizione di “Natale in musica”. Tale manifestazione prevede l’esibizione degli alunni di scuola media dei comuni limitrofi e degli stessi alunni del liceo ad indirizzo musicale.

I nostri ragazzi delle classi terze A, B, D, E, erano emozionatissimi, ma hanno saputo dare ognuno il meglio di sé. I problemi legati all’amplificazione non hanno permesso una resa ottimale, ma comunque è stata una bella esperienza, sicuramente motivante: l’incontro di tanti ragazzi nel nome della musica.

Natale 2013, Capodanno 2014

A tutti gli operatori scolastici,

agli alunni e rispettivi genitori

Albero allestito dagli alunni in presidenza

Albero allestito dagli alunni in presidenza

Mancano ormai pochi giorni alla sospensione delle attività scolastiche.

      Quest’anno la famiglia si è allargata e per tutti credo sia stato un momento di crescita umana e professionale.

L’augurio che rivolgo a tutti quelli che sono parte attiva nel nostro istituto comprensivo (alunni, genitori, docenti, ATA) è di trascorrere le prossime festività con gioia e serenità.

Solo ritemprando il nostro spirito possiamo trovare lo slancio per affrontare con fiducia le sfide che il nostro tempo e la nostra società ci presenteranno.

Auguri

Pasquale Spaziano